Igiene Dentale Bio: consigli e curiosità della Dr.ssa Valcauda!

Igiene Dentale Bio: consigli e curiosità della Dr.ssa Valcauda!

Ciao Natural lovers! L’igiene orale è ai primi posti quando si parla di cura della persona. Oggi la Dr.ssa Michela Valcauda ci svelerà alcuni tips and tricks green per mantenere denti e gengive sane!

Come per i prodotti skincare, anche nella scelta dei prodotti oral care dobbiamo porre molta attenzione. I principi attivi all’interno di dentifrici e colluttori vengono infatti assorbiti dalle pareti della bocca e spesso, seppur in piccole quantità, anche ingeriti. Molto importante è la scelta di prodotti privi di sostanze nocive per il nostro organismo. I prodotti tradizionali possono contenere agenti abrasivi, inquinanti e talvolta nocivi quindi occhio all’INCI!

I principi attivi naturali presenti nei dentrifici e nei colluttori biologici o naturali ci aiutano a igienizzare il cavo orale e a proteggerci dalle carie. Gli estratti di Aloe Vera garantiscono un'efficace protezione alle gengive, in quanto svolge un'azione lenitiva e cicatrizzante. La Salvia è una pianta caratterizzata da una forte azione antimicrobica e sbiancante. Gli oli essenziali di bergamotto, limone e timo svolgono un’azione purificante e aromatizzante e gli estratti di menta assicurano una piacevole sensazione di freschezza.

Tra i prodotti che noi di Gaia abbiamo selezionato per voi c’è la linea DENT32 di Bioearth, i cui prodotti sono privi di Fluoro, Saccarina, SLS/SLES e aromi artificiali. L’intera linea è certificata ICEA e vegan Ok!

Avril ha creato per noi un dentrificio biologico con estratti di Aloe Vera e Menta che deterge delicatamente il cavo orale e mantiene l'alito fresco a lungo.

La linea Aroma Homeopathica è studiata per coloro che si stanno sottoponendo a cure omeopatiche, non compatibili con l’assunzione di estratti di menta. L'intera linea non contiene fluoro.

I consigli della Dottoressa:

- Per un’igiene orale efficace le parole d’ordine sono COSTANZA e SISTEMATICITA’! Lavare i denti tre volte al giorno è importantissimo per evitare che la placca si sedimenti fino a diventare tartaro. Un piccolo consiglio per evitare di rovinare, nel tempo, lo smalto è quello di attendere almeno 20-30 minuti dopo i pasti prima di procedere al lavaggio!

- Una forte pressione durante lo spazzolamento non equivale ad una migliore pulizia. Ricordatevi che uno spazzolamento efficace non si ottiene con la forza, bensì con la tecnica corretta! Il metodo corretto prevede la posizione dello spazzolino a 45°circa rispetto all’asse dei denti e un movimento unico e rotatorio 'dal rosa al bianco' (dalla gengiva alla sommità dente) senza dimenticarsi nessuna delle 3 superfici (interna, esterna e masticante) accessibili.

- Per una pulizia completa è indispensabile l’uso del filo interdentale e dello scovolino, i due presidi consigliati per rimuovere i residui di cibo, placca e batteri dagli spazi interdentali inaccessibili allo spazzolino.

- I metodi casalinghi per lo sbiancamento possono corrodere le superfici dei denti o provocarne un aumento della sensibilità, per questo motivo se ne sconsiglia l’utilizzo prolungato.

Curiosità:

Lo sapevi che alcuni cibi aiutano a mantenere una corretta igiene della bocca? I mirtilli svolgono un’azione antibatterica e antinfiammatoria, il kiwi, ricco di vitamina C, agisce sulle gengive riducendo il rischio di malattia parodontale e il melograno previene la formazione della placca.

Alla prossima,

Gaia